archivio

Archivi tag: pet therapy

DSCN4797

Dal sito Amore miao ecco i 7 vantaggi di avere un gatto, e sottoscrivo in pieno:

1) Chi ha un gatto è più intelligente della media.
Lo rivela una ricerca inglese che ha riscontrato un maggior QI negli amanti dei gatti. I ricercatori comunque fanno notare che l’intelligenza non è la conseguenza del vivere con un gatto, semmai è il contrario: i più intelligenti scelgono i gatti. Probabilmente essendo più impegnati della media tendono a scegliere un animale che ha meno bisogno di cure rispetto ad altri animali domestici.
2) Il gatto rispetta l’ambiente.
Una ricerca del 2009 ha dimostrato che l’impatto ambientale (in termini di emissioni di CO2) di un cane, nell’arco della sua vita, è simile a quello di un Hammer mentre mantenere un gatto ha un impatto ambientale simile a quello di una Golf.
3) I gatti aiutano a superare i momenti di crisi.
La perdita di un caro o una delusione amorosa può essere superata più facilmente grazie al supporto di un gatto. Spesso la comunicazione con il proprio gatto è più semplice e spontanea rispetto a quella con un altro umano e permette di lasciarsi alle spalle più velocemente i momenti dolorosi.
4) Con un gatto è più facile fare colpo sulle donne.
Secondo un sondaggio l’82% delle donne inglesi ritiene più piacevole chi vive con un gatto. Probabilmente questo è legato all’idea che i possessori di gatti siano più sensibili e riflessivi.
5) I gatti migliorano la salute del cuore.
Avere un animale da compagnia, in particolare un gatto, abbassa i livelli di stress e di ansia e, addirittura, ridurrebbe il rischio di infarto del 30% rispetto alla media. Inoltre accarezzare un pelosetto ha un effetto calmante.
6) Sono ottimi animali da compagnia.
In questo caso i gatti detengono il primato insieme ai cani. Ma secondo una ricerca svizzera i felini domestici sarebbero più indicati per le donne perché il loro comportamento è simile a quello di un partner romantico.
7) Riflettono la personalità dei loro umani.
Chi ha un gatto in genere è più quieto e riflessivo. Inoltre ha più fiducia nelle persone e tende ad essere più modesto.

DSCN4556

Sul sito di Giornalettismo si sono permessi di scrivere le sette cose che non si possono fare se si ha un gatto.
Ecco un bel copia e incolla con tanto di commenti miei:
1. Svegliarti più tardi delle 7 a.m. – Spegnere la sveglia, girarti dall’altra parte e dormire fino a mezzogiorno? Scordatelo: all’alba lui ti sveglierà affamato. E non si placherà fino a che non l’avrai sfamato.
Grazie al mio gatto non sono un’inattiva fancazzista e mi alzo presto, così ho potuto riprendere a studiare e impegnarmi in varie attività culturali.
2. Farti una doccia senza qualcuno che ti fissi – Probabilmente Micio ha paura di vederti affogare, ma la sua è comunque una presenza inquietante.
Non viene mai a guardarmi mentre faccio la doccia, viene a trovarmi quando sono sul water per bere nel bidet ed è bellissimo.
3. Buttare via scatole e scatoloni – Diventeranno il regno di Sua Maestà il Gatto. Nonché parte dell’arredamento di casa tua .
Gli piacciono ma per poco.
4. Stare solo/a con il tuo fidanzato/a – Tutte le volte che starete abbracciati sul divano lui arriverà per farsi fare un po’ di coccole.
Per carità, non mi metterei mai con una persona che non ama i gatti! Non sono mica come quei cretini/e che danno via il gatto perché al nuovo/a fidanzato/a non piace! Quando si deve scegliere tra gatto e fidanzato/a, si mette alla porta il secondo o seconda incomodo, con un bel vaff e un calcio dove non spunta il sole!
5. Accendere una candela in casa – L’alternativa è un brutto incidente alla coda di Micio .
Non gli interessano.
6. rilassarsi sul divano con una coperta senza un gatto sulla pancia
E allora? E’ bellissimo!
7. Appoggiare qualcosa sul comodino prima di andare a dormire – Occhiali, cellulare, libri, telecomando, burrocacao finiranno per terra in 3… 2… 1
Lui butta giù cose solo quando devo svegliarmi.

1003173_639976049359850_187536728_n